Home » News DMR-Italia » Autorizzazione. 70 Mhz 2017 in discussione

Autorizzazione. 70 Mhz 2017 in discussione

Salute a tutti, so di essere fuori tema, ma desidero dare informazione a tutti  che nel mese di Febbraio è stata presentata una richiesta di autorizzazione straordinaria per la banda dei 70 Mhz, per l’anno 2017.

La risposta dell’attuale direttore generale del dipartimento, giunta solo il 30 maggio, è particolarmente agghiacciante…..

Vengono travisati del tutto gli aspetti della richiesta, avvicinandola maggiormente ad una richiesta di sperimentazione, che prevede addirittura un diritto economico di istruttoria, vigilanza e rilascio.

Della poca consapevolezza di cosa viene scritto da taluni direttori, ormai sono abituato, ma sono rimasto ancora più perplesso circa alcuni commenti espressi, in relazione ai risultati tecnici raggiunti nelle precedenti autorizzazioni, che sminuiscono del tutto la attività del radioamatore italiano.

Sono davvero … attapirato, lo ammetto !

E la cosa che mi da davvero fastidio è l’assoluta indifferenza delle associazioni, o quelle che si dichiarano tali, oramai del tutto perse nella organizzazione dei pullman per le fiere o nelle cene sociali di fine/inizio anno.

Ovviamente, non posso fare di tutta un’erba, un fascio: parlo secondo le mie informazioni….magari ci sarà stato qualcuno che si muove per questo ed altre cose…. ma è di tutta evidenza, il modo ingeneroso con cui il direttore generale scrive sui radioamatori italiani.

Mi viene voglia di strillare ai quattro venti, questa incolmabile incapacità di gestire i radioamatori, da parte di un ministero che per anni ho combattuto e che portò alla emanazione di un nuovo regolamento (dopo solamente 60 anni di mancanza….).

All’epoca, speravo che qualcuno prendesse le redini e l’eredità di questa guerra, ma vedo che dal 2006 di passi non ne sono stati fatti pochino; neanche uno !

Ora, ho 30 giorni di tempo per proporre le mie ragioni…..
Tempo perso ?

Luca Ferrara, IK0YYY.

Questo è il testo della risposta del dirigente:

Ministero dello Sviluppo Economico

Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali

Divisione II “Comunicazioni elettroniche ad uso pubblico e privato. Sicurezza delle reti e tutela delle comunicazioni”

OGGETTO: Richieste autorizzazione straordinaria per sperimentazioni amatoriali di radiopropagazione in banda 70 MHz.

In riferimento alle istanze pervenute da quanti in indirizzo, si rappresenta preliminarmente che la sperimentazione de qua è assimilata ad attività oltre i termini di cui all’esercizio del servizio di radioamatore nelle gamme spettrali ad esso assegnate dal PNRF e per conseguenza disciplinata ai sensi dell’art.123 del d.lgs. 259/2003 e s.m., nonché soggetta al contributo di istruttoria (€.250.00 una-tantum) e di vigilanza (€.150.00), così come disposti dall’art. 39 dell’Allegato n.25 al menzionato decreto, complessivamente dovuti indipendentemente dal numero di aderenti alla sperimentazione.

Atteso, altresì, l’intervallo di frequenze potenzialmente interessato (70.0 ÷ 70.5 MHz) ed in gestione al dicastero Difesa, le richieste in parola potranno essere positivamente autorizzate solo previo assenso di quest’ultimo e secondo le specifiche da esso accordate.

Visto inoltre il predetto art. 123, la durata massima consentita per l’attività sperimentale è di 180 giorni dalla data dell’autorizzazione, eventualmente rinnovabili dietro valutazione discrezionale sugli esiti collettivamente conseguiti, sottoposti all’esame di questa Amministrazione, a fronte degli obiettivi inizialmente prefissati; in caso di rinnovo a pari condizioni (cioè stessa metodica di svolgimento ed obiettivi della sperimentazione), sono nuovamente dovuti i soli oneri di vigilanza.

A tale proposito, la scrivente non può purtroppo non partecipare doverosamente il bilancio sostanzialmente modesto delle risultanze empiriche maturate nelle pari ultime campagne sperimentali (anni dal 2012 al 2014), svolte con il concorso della comunità radioamatoriale italiana e sotto supervisione del Dipartimento I.I.I.E dell’Università degli Studi dell’Aquila, nella misura di ridotti contributi radiantistici valutabili e conferiti sul sito web designato a darne pubblica evidenza (www.ing.univaq.it/news o, meglio, https://fouritalia.wordpress.it), pur stante il periodo di massima attività solare invero centrato in quegli anni e pertanto particolarmente propizio per evidenziare i ricercati fenomeni di apertura radiopropagativa iono-e troposferica (modi transequatoriale ed E-sporadico), ancorché occasionali e stagionali.

Con specifico riguardo all’ultimo semestre autorizzato (23 giugno ÷ 31 dicembre 2014), peraltro, si registra poi un mancato ricevimento della sintesi conclusiva degli obiettivi effettivamente raggiunti, presupposto – a norma di determina concessoria -all’eventuale rinnovo della sperimentazione.

Tutto quanto sopra premesso e considerato vogliano quanti richiedenti significare la propria conferma al procedersi dell’istanza di autorizzazione in oggetto -consapevoli dei termini, responsabilità e condizioni suindicati, ivi incluso l’impegno a versare i contributi di istruttoria e di vigilanza -mediante riscontro alla presente, sottoscritto in autografo o con firma elettronica ed accompagnato da cortese fotocopia di un proprio valido documento di riconoscimento, da trasmettersi al recapito p.e.c. dgscerp.div02@mise.gov.it (c.a. dell’ing. Stefano D’Aromando) entro 30 giorni dalla data di protocollo qui in epigrafe.

Resta inteso che l’omessa o tardiva risposta sarà assunta quale tacita rinuncia alla sperimentazione.

IL DIRIGENTE (Dr.ssa Donatella PROTO)

Condividi:

Lascia un commento

Facebook
Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi