Home » DSTAR » Nuova frequenza VHF di IR0MA

Nuova frequenza VHF di IR0MA

Salute a tutti,

con l’approvazione del nuovo piano nazionale di ripartizione delle frequenze, con una procedura che lascia molto perplessi, per la sua curiosa natura giuridica, il dipartimento delle comunicazioni predispone e specifica la esclusività del segmento 145.800-146 Mhz al servizio satellite ed impone agli eventuali ripetitori già autorizzati all’abbandono di questa porzione.   Sia chiaro, è una cosa giustissima e sacrosanta !   Ho detto procedura curiosa perchè un piano di ripartizione fissa i limiti di quanto autorizzato.   Questa è di fatto la seconda volta che il ministero italiano commette un errore.   Lo fece anche quando, dalla traduzione francese degli accordi della ITU nel 1973, fece sparire una virgola;   per questa virgola non riportata nel testo italiano, la porzione 436-438 Mhz, in origine destinata al servizio radioamatore (tutte le calssi di emissione) venne di fatto dedicata al solo servizio satellite.   Nel testo originale, infatti, vi era una virgola tra servizio radioamatore e satellite.   Sparita la virgola, il Ministero italiano creò il  “solo servizio satellite”.

Anche in questo caso, interviene sul testo centrale del piano per dedicare gli ultimi duecento Khz di banda, al solo servizio satellite.

Ribadisco questa una decisione saggia e sacrosanta, ma porca di una miseria, possibile mai che non ci sia una persona che sappia di cosa si parla al ministero ?

Altro gravissimo errore, che sottolinea la superficialità di questo ministero e dei suoi burocrati, è il fatto che, pur nello stabilire l’esclusività al servizio satellite, ci dice che i ripetitori già autorizzati possono continuare fino alla scadenza della propria autorizzazione ?!?!?!

Ma che razza di disposizione è ?  Se si vuole dire ai radioamatori che il servizio satellite è sacro, ma perchè non si interviene subito e non si fanno cambiare le frequenze ai sistemi che, viceversa, potranno liberamente continuare a disturbare, fino alla scadenza dlela autorizzazione….

Il solito inguacchio all’italiana !

Detto questo, veniamo a noi:   il ripetitore D-Star di Roma è autorizzato ad operare sulla frequenza VHF 145.993,75 Mhz fino al 31.12.2018

Siccome qui siamo tutti radioamatori seri, ci corre l’obbligo a trovarci subito una nuova frequenza e a toglierci dalla banda satellitare.

Questo per informarvi che a breve disattiveremo la frequenza VHF, nella speranza di poter trovare una nuova collocazione….un pò difficile in un territorio come la città di Roma, ma comunque dovremo provarci.

Condividi:

Lascia un commento

Facebook
Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi